FONDO DI GARANZIA PER PMI E IMPRESE AGRICOLE

Il Fondo di Garanzia per le PMI è uno strumento istituito con Legge n. 662/96 (art. 2, comma 100, lettera a) e operativo dal 2000.
La sua finalità è quella di favorire l’accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca e spesso si sostituisce alle garanzie reali portate dalle imprese.

A CHI È RIVOLTO

  • Micro, piccole e medie Imprese, e professionisti appartenenti a qualsiasi settore con la sola esclusione delle attività finanziarie.
  • Inoltre in applicazione di quanto disposto dall’articolo 78, comma 2-quinquies, del Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, l’intervento del Fondo di garanzia per le PMI è esteso, senza alcuna limitazione, ai soggetti beneficiari finali che svolgono una delle attività economiche rientranti nella sezione “A - Agricoltura, silvicoltura e pesca”. In questa prima fase si possono presentare soltanto domande ai sensi delle Misure Temporanee in materia di Aiuti di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19.

NOVITÀ INTRODOTTE DAL DECRETO “CURA ITALIA” (valide dal 17 marzo 2020 al 17 dicembre 2020)

  • Gratuità della garanzia: la concessione della garanzia del Fondo alle imprese, precedentemente onerosa, diventa gratuita per tutte le operazioni finanziarie previste dal Fondo.
  • Innalzamento dell’importo massimo garantito: L'importo massimo garantito per impresa è stato innalzato da 2,5 milioni di euro a 5 milioni di euro.
  • Innalzamento della misura della garanzia: Fino a un importo garantito di 1,5 milioni di euro per impresa, viene applicata la percentuale massima di copertura della garanzia consentita dalla normativa europea (pari all’80% del finanziamento per la garanzia “diretta” e al 90% dell'importo garantito da confidi o altri fondi di garanzia).

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Visita il sito del MISE e del FONDO DI GARANZIA