Nuova Sabatini

CHE COS'É

La misura Beni strumentali "Nuova Sabatini" è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico - MISE - con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese.

La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

7 febbraio 2019: Il MISE ha riaperto lo sportello Nuova Sabatini con un rifinanziamento di 480 milioni

Il contributo concesso dal MISE alle PMI, a fronte del finanziamento, è pari all’ammontare degli interessi, calcolati su un piano di ammortamento quinquennale convenzionale con rate semestrali posticipate, al tasso del 2,75% annuo per gli investimenti ordinari.

30 aprile 2019: Il MISE ha disposto l'innalzamento da 2 a 4 milioni di euro dell’importo massimo dei finanziamenti concedibili per singola impresa

22 luglio 2019: Il MISE ha introdotto la possibilità di erogazione del contributo in un’unica soluzione per i finanziamenti di importo non superiore a 100 mila euro

La domanda potrà essere inviata all’indirizzo pec dedicato nuovasabatini.calit@actaliscertymail.it

INDUSTRIA 4.0: E’ IL MOMENTO!

Il contributo Beni Strumentali “Nuova Sabatini” è maggiorato del 30%, con un risultante tasso di interesse annuo del 3,575%, per l’acquisto di beni Industria 4.0:

  • macchinari impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID) e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

A CHI SONO RIVOLTI

A tutte le micro, piccole e medie imprese presenti sul territorio nazionale.

COME SI ACCEDE

  • Le imprese interessate devono presentare a una banca o a un intermediario finanziario, la richiesta di finanziamento e la domanda di accesso al contributo, secondo lo schema definito con apposita circolare ministeriale.
  • La banca o l’intermediario finanziario, previa verifica, delibera il finanziamento e trasmette al Ministero la richiesta di prenotazione delle risorse relative al contributo.
  • Entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta di prenotazione, il Ministero comunica alla banca o all’intermediario finanziario la disponibilità, parziale o totale, delle risorse erariali. Le richieste di prenotazione sono soddisfatte, secondo l’ordine di presentazione, fino a concorrenza della disponibilità delle risorse.

VUOI SAPERNE DI PIU'?

Visita il sito del MISE